Riferimenti normativi  


Il quadro normativo sull'inquinamento acustico è iniziato in maniera organica solo con l'emanazione della Legge Quadro n. 447/95 e si è via via completato con l'emanazione dei principali decreti applicativi, di cui ultimo in ordine di tempo (marzo 2004) il DPR n. 142 sulle infrastrutture stradali.

La normativa stabilisce sia i descrittori acustici da utilizzare, sia le modalità di misura, sia i valori numerici assegnati ai vari limiti (limiti di emissione, di immissione, valori di attenzione e di qualità), che risultano diversi e sono determinati in funzione della tipologia della sorgente, del periodo della giornata (diurno o notturno), della destinazione d'uso della specifica zona del territorio comunale, determinata e riconosciuta nell'ambito della classificazione acustica.

Il principale descrittore utilizzato è di tipo energetico ed è costituito dal "Livello continuo equivalente ponderato A nel periodo di riferimento" .

Per le infrastrutture dei trasporti sono state previste delle fasce territoriali di pertinenza, diverse per infrastrutture aeroportuali, ferroviarie e stradali, e per queste ultime differenziate in funzione della tipologia della strada.
All'interno di tali fasce non si applicano, nei confronti della rumorosità prodotta dall'infrastruttura stessa, i limiti di emissione e di immissione previsti per tutte le altre tipologie di sorgenti, bensì quelli definiti dagli specifici decreti.
Pertanto, all'interno delle fasce di pertinenza vale un doppio regime di limiti, valido ognuno separatamente: il primo legato alla classificazione acustica è applicabile a tutte le sorgenti di rumore ad esclusione delle infrastrutture dei trasporti, il secondo è relativo alla sola rumorosità dell'infrastruttura.
Di conseguenza, in questi casi il misurato non può essere confrontato direttamente con i limiti previsti dalla classificazione acustica, ma è necessario scorporare dai valori rilevati i contributi dovuti alle infrastrutture stradali e/o ferroviarie.
Per esempio, la centralina posizionata in via Fiumesino a Falconara rientra sia nella fascia di pertinenza dell'infrastruttura ferroviaria (linea Bologna - Ancona), sia nella fascia di pertinenza dell'infrastruttura viaria (S.S. 16), per cui i livelli sonori misurati comprendono anche i contributi delle due infrastrutture.


Recentemente (agosto 2005) è stato anche emanato il Decreto Legislativo n. 194 di recepimento ed attuazione della Direttiva Europea n. 49 del 2002 relativa alla determinazione ed alla gestione del rumore ambientale.
Tale nuovissimo decreto prevede sostanziali cambiamenti in termini di descrittori e di metodologie di rilevamento, per cui risulterà necessaria l'emanazione di nuovi decreti al fine di adeguare ed armonizzare la normativa attualmente vigente.


         
  |